Riflessioni dismettendo gli addobbi natalizi

Non ho mai progettato un impianto elettrico pensando agli addobbi natalizi, ma mi sono ripromessa di farlo almeno per la nostra prossima casa.

Non è bello riempirsi di ingombranti ciabatte per illuminare il presepe o disseminare il pavimento di prolunghe impossibili da occultare per riuscire ad illuminare la ghirlanda di abete infiocchettata alla ringhiera della scala.

Dovremo pensare a dove posizionare il presepe che nelle intenzioni dell’uomo di casa si dovrà estendere per diversi metri quadri… probabilmente sarà necessario rivedere il nuovo PGT (Piani di Governo del Territorio) o ideare un PGC (Piano di Governo della Casa) di nostra personalissima invenzione per regolare “l’edificazione” di capanna, casette e recinti di pecorelle dove ogni abuso edilizio sarà permesso… Penseremo all’albero di Natale che per me deve essere VERO e collocato all’esterno, le attuali luminarie da poter mettere all’aria aperta sono terrificanti, dopo la lenta agonia di bellissime lucine rotonde di un giallo caldo sono subentrati metri di illuminazioni LED (alcune, per errore, blu elettrico :[ ) dalla luce freddissima e dai ritmi isterici. Risultato: quest’anno l’albero di Natale non c’è stato).

Ghirlanda di Natale